Piumini Moncler Outlet

21/10/2008

Popesti e Roman, insieme per riflettere sulla pedagogia del Murialdo


Un fine settimana ricchissimo, il 18 e 19 Ottobre per le comunità romene di Popesti e Roman, finalmente insieme (confratelli ed educatori) per conoscere e riflettere sulla pedagogia del Murialdo e far festa al sacerdote novello Maxymylyan Horlescu, venuto a Popesti anche per celebrare la sua prima S. Messa insieme alla comunità cattolica qui presente.

Ma andiamo con ordine.

Trenta persone, tra cui numerosi educatori dei centri diurni di Popesti e Roman, volontari, assistenti comunitari e rappresentanti di altre organizzazioni non governative locali, hanno partecipato, sabato 18 ottobre, al primo seminario – formazione sulla pedagogia ed il metodo educativo di San Leonardo Murialdo.

Il seminario è stato finanziato dall’Area accoglienza della Provincia Italiana ed ha visto la presenza di relatori altamente professionali.Erano presenti, tra essi: il presidente della conosciutissima associazione "Parada" (che si occupa dei ragazzi di strada in Bucarest); la direttrice regionale dei programmi di assistenza sociale rivolti a minori orfani ospitati in appartamenti protetti; il nostro confratello p. Mauro Busin, responsabile dell’area accoglienza, che ha tenuto la parte più “murialdina” della formazione, raccontandoci , in un percorso storico e pedagogico, lo stile educativo di San Leonardo Murialdo e il modo attuale in cui esso è utilizzato oggi nelle nostre attività in Italia.

Un vero successo questa giornata, che ha permesso, per la prima volta, la conoscenza reciproca tra i nostri operatori ma, sopra tutto, ha fatto respirare aria Giuseppina e senso di appartenenza ad una famiglia del Murialdo, qui in Romania ancora tutta da scoprire.

Il 19 Ottobre, Padre Maxymylyan Horlescu ha, per la prima volta, celebrato la S. Messa a Popesti, dove ha passato diversi anni della sua formazione.

Alle ore 11, in una parrocchia gremita, il prete novello, ha celebrato una liturgia semplice ma ricca di calore umano, di spunti di riflessione efficaci nel commentare la Parola…il tutto accompagnato dai canti della corale e dalla gioia visivamente espressa dei fedeli convenuti e dei Sacerdoti concelebranti.

Il pomeriggio, Maxymylyan ha celebrato, sempre in parrocchia, una seconda liturgia, nella messa tradizionalmente rivolta ai giovani che frequentano l’oratorio. Le sue provocazioni sul cosa significa essere missionari di Cristo oggi, sono arrivate dritte al cuore dei nostri ragazzi, accorsi numerosi alla S. messa. La liturgia è stata accompagnata dai canti con le chitarre e da numerosi simboli, in un clima di vera festa.

Al termine della celebrazione, ci siamo spostati tutti in Oratorio, dove i nostri giovani hanno deliziato il sacerdote novello con danze e balli, al termine dei quali, dopo un ultimo momento di riflessione sul significato ed il senso della vocazione, è stato dato un piccolo dono al festeggiato, per concludere poi la serata con stuzzichini e bibite…tutti insieme!

[M. De Magistris]



Versione per stampa

2008 - Popesti: due giorni di formazione e prima messa p.Maxymylyan


 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind