Piumini Moncler Outlet

21/04/2009

Terzo incontro del Forum dei Giovani a Tirana



Sabato 18 aprile 2009, nella mattinata (h 8,30-13,30) ha avuto luogo a Tirana, presso la Scuola Elementare-Media "Ylber", il terzo ed ultimo (per quest'anno) Forum dei Giovani, come al solito coordinato dalla Commissione di Pastorale Giovanile della Diocesi di Tirana-Durazzo. Il tema: "L'educazione all'interno della famiglia".

Fondamentale e coinvolgente la testimonianza di due coniugi albanesi di Tirana (ma di origini Lezhiane - Nord Albania), sposati da quindici anni. Assieme a loro anche la figlia quattordicenne, mentre il maschietto più piccolo è rimasto a casa.

Che bello sentir parlare prima la moglie e poi il marito con semplicità, emozione, fede della propria vita familiare. I due coniugi hanno ripetuto più volte i sacrifici fatti dalle loro rispettive famiglie per consentire loro una educazione/istruzione che li ha portati oggi (con impegno di entrambi) ad una certa stabilità economica.

Ma ancora più bello sentir ripetere più volte che i figli sono innanzitutto un dono di Dio, e non una proprietà dei genitori!

"Ad un certo punto della nostra vita ci siamo fermati a riflettere su cosa davamo ai nostri figli, su qual era l'obiettivo dei nostri sforzi quotidiani, ed abbiamo trovato nel dialogo e nella preghiera in famiglia, nonché nella partecipazione attiva alla vita della Parrocchia quella energia spirituale necessaria per superare i problemi generazionali e le inevitabili divergenze. Assieme ai nostri figli cerchiamo di apprezzare un stile di vita non vuoto e spendaccione ma attento ai valori essenziali del cristianesimo. Certo, siamo sempre in cammino, e sappiamo di avere fatto anche degli errori in passato ma contiamo sempre nell'aiuto del Signore".

Questo può essere più o meno un riassunto del loro intervento.

Certamente non tutte le famiglie cattoliche in Albania vivono con questa tensione la propria vocazione nella Chiesa e nella società;  io stesso - parroco in un Villaggio nella zona di Durazzo - noto raramente la presenza di famiglie al completo che prendono parte alle celebrazioni domenicali. Soprattutto gli uomini sono i grandi assenti.

C'è ancora molto da fare nell'ambito della catechesi e nella stessa azione pastorale della Diocesi per sensibilizzare la famiglia nel proprio ruolo educativo, intanto però si vedono segni di speranza come questo del terzo Forum dei Giovani.


Dopo la consueta pausa va detto che il momento della condivisione è stato veramente partecipato; quasi tutti i presenti hanno fatto i propri interventi, stimolati anche dalle provocazioni di don Mark Tusha, sacerdote salesiano albanese.

Al termine ci sono state della valutazioni sugli incontri passati e delle proposte per gli incontri del prossimo anno.

Padre Giovanni ci ha fatto notare l'importanza di affrontare le questioni più d'attualità della bioetica. Si tratta di scegliere alcuni indirizzi principali, perché il campo è molto vasto. Si sente veramente l'esigenza di una formazione umana e cristiana nel rispetto e nella promozione della vita di ogni persona, in un tempo in cui, anche qui in Albania, cominciano ad essere molto forti i condizionamenti del materialismo.

Speriamo di poter trovare la forma migliore per i prossimi incontri, unendo l'aspetto formativo (e ci vuole la presenza di specialisti nel settore) e quello della testimonianza viva di persone che rendano credibile il messaggio da trasmettere.

 [F. Guarnati]



Versione per stampa

2009 - Tirana: Terzo Forum Giovani


Image #1
Image #2
Image #3
Image #4
Image #5
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind