Piumini Moncler Outlet

11/04/2011

Nella storia di Popesti Leordeni



Diverse realta’ sociali e religiose, sono “parte della storia del territorio in cui si trovano”, ma molte meno possono rimarcare di aver fatto la storia (o almeno parte di essa) di un territorio.

Una di queste realta’ e’ certamente la Fondazione Leonardo Murialdo di Popesti Leordeni, qui meglio conosciuta con il nome affettuoso di oratorio.

Undici anni di presenza sul territorio hanno visto passare dai nostri cortili migliaia di ragazzi, di famiglie e di adulti. I servizi socio assistenziali ed educativi sono cresciuti in modo esponenziale alla crescita della popolazione. La Fondazione Murialdo ha vissuto tutto il travagliato sviluppo del territorio in cui si trova. IL passaggio da una realta’ rurale ad una residenziale ed industriale; l’incredibile aumento demografico dei residenti e la costruzione edile a dir poco selvaggia del territorio; l’arricchimento di numerose famiglie grazie alle vendite di terreni una volta agricoli..l’aumento di benessere per alcuni ed il maggior impoverimento di altri...e poi l’ingresso della Romania in Unione Europea; il libero mercato; lo sviluppo industriale ed i periodi di tracollo dello stesso dovuti alla crisi....ed in mezzo a tutto questo..l’ORATORIO...unico centro aggregativo in un comune che oramai sfiora i 20.000 abitanti, all’interno di una zona che sino a 5 anni fa’ era circondata da campi incolti e che oggi conta 6500 residenti.

Dalla sua fondazione...grazie ai confratelli che qui hanno messo le basi e non solo, di quello che oggi e’ la Fondazione Murialdo, vi e’ sempre stata un attenzione particolare, oltre che per i giovani, i cittadini, il mondo ecclesiastico locale e diocesano, anche per le istituzioni...nel tentativo, riuscitissimo, di creare rete...di costruire ponti...di arricchirsi culturalmente. Questa attenzione non si e’ concretizzata solo attraverso il sostegno economico o logistico di alcune attivita’ presenti presso i nostri locali (si pensi alla bibblioteca pubblica cittadina presente nel nostro centro in coogestione con il comune), o per il fatto che, da 4 anni, su indicazione diretta del Ministero dell’Interno Romeno siamo sezione elettorale di questa parte della citta’. L’attenzione non e’ stata solo palpabile per le numerose visite di giornalisti alle nostre attivita’ sociali (RAI LEVANTE, TVR, e svariati organi della carta stampata provenienti da Germania e Svizzera) o per il passaggio di Ambasciatori, Consoli ed altri personaggi pubblici e privati italiani e non del mondo della cultura e del sociale che, in ogni caso hanno diffuso in modo positivo il nome della Citta’ di Popesti e dell’Oratorio in Romania e non solo....ma anche attraverso alcuni passaggi storici fondamentali che ha vissuto la nostra citta’ e che hanno visto la nostra sede come luogo di eccellenza per le loro celebrazioni.

Mi riferisco in particolare a 2 eventi: presso i locali della nostra sede, nel settembre 2010, la citta’ ha festeggiato i 100 anni dalla fondazione del territorio comunale...presenti autorita’, prefetti, sottosegretari..Ministri della Repubblica, tutti gli imprenditori Romeni e stranieri della zona, comuni cittadini...tutti qui all’ORATORIO...il luogo del centenario!

E proprio ieri, in data 8 Aprile 2011, la nostra struttura e’ divenuta teatro di un altro evento storico per il nostro comune. Popesti Leordeni fu fondata oltre 150 anni or sono da una comunita’ di cittadini provenienti da un piccolo centro abitato di nome BELENE, in BULGARIA. A distanza di 150 anni, popesti leordeni e Belene si sono ufficialmente gemellate, alla presenza dei Sindaci delle due citta’, dell’Ambasciatore di Romania a Sofia; dell’Ambasciatore di Bulgaria a Bucarest; del Presidente della regione ILFOV e di numerosi sottosegretari, consiglieri, convenuti anche dalla Bulgaria. Il gemellaggio (VEDI FOTO) e’ stato ufficialmente siglato nel nostro salone...non nei locali del comune...ma qui da noi..in un posto dove normalmente i nostri bambini mangiano, danzano, giocano...dove i giovani si ritrovano per la catechesi e le famiglie si riuniscono per le feste di natale o fine anno scolastico...

In questo luogo, ieri...sentire gli inni nazionali dei 2 paesi...l’inno dell’Europa...osservare le persone presenti e la soddisfazione nei loro occhi..ha dato la sensazione del respiro internazionale...Europeo, che emanava la situazione in se e che pregnava tutta la nostra struttura, ancora una volta, centro di un passaggio storico per questa comunita’...ancora una volta a servizio globale della cittadinanza.ù



[M. De Magistris]




Versione per stampa

2011 - Popesti: Nella storia di Popesti Leordeni


Image #1
Image #2
Image #3
Image #4
Image #5
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind