Piumini Moncler Outlet

02/10/2011

Quattro giovani hanno scoperto il tesoro



In un mondo divenuto villaggio globale, la chiamata alla vita consacrata giuseppina conserva il suo fascino per quelli che vogliono assumersi la responsabilità di seguire Cristo casto, povero e obbediente a servizio dei giovani piu bisognosi.

Con questi sentimenti, quattro giovani di tre paesi diversi hanno iniziato lunedì 19 settembre, nella sede di formazione di Roma San Leonardo Murialdo, il cammino di noviziato alla presenza del superiore provinciale d. Tullio Locatelli e del padre maestro d. Cesare Cotemme. Petru Turcanu (Romania), Giuseppe Meluso (Italia), Ionut Ciobanu (Romania) e Diego Isaac Cadena Valeja (Messico) hanno detto: “Per tuas semitas duc nos quo tendimus Domine”.

Vivere una vita conforme a Cristo, per coloro che desiderano diventare giuseppini non si realizza solo “sognando”; è necessario un processo di trasformazione radicale, porsi alla ricerca di nuove fonti di acqua viva, imparare di nuovo l’arte del dialogo, in compagnia di coloro che sono assetati di affetto sincero e di religiosità. Per questo motivo l’anno di noviziato mette al centro del cammino l’Eucaristia, la preghiera personale e comunitaria, la vita fraterna, le relazioni interpersonali, l’impegno nel discernimento, il dialogo spirituale, il lavoro manuale e un ampio orizzonte culturale. I quattro giovani novizi si sono impegnati “a giocare” la propria vita profeticamente seguendo Cristo con audacia apostolica a servizio dei giovani.




[M. Minut]



Versione per stampa

2011 - Roma: Quattro novizi


Image #1
Image #2
Image #3
Image #4
Image #5
Image #6
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind