Piumini Moncler Outlet

23/11/2011

Nuovo Parroco a Pinerolo



Il 17 settembre don Vittorio Boglione in una solenne funzione, ha lasciato la Parrocchia del Murialdo per altro incarico presso il Santuario della Beata Vergine Maria di San Giovanni a Sommariva del Bosco. È stata una funzione solennizzata dalla presenza del vescovo e nella quale “Donvitt” ha ricevuto l’abbraccio fraterno dei parrocchiani che hanno voluto dimostrargli, con la loro presenza, l’affetto e l’apprezzamento per l’insegnamento, che in ben dieci anni di servizio nella comunità, il sacerdote ha dispensato a tutti. Egli è stato, soprattutto, un gran maestro e trascinatore tra i ragazzi e i giovani in età catechistica inculcando loro uno spirito veramente cristiano, pur tra le mille difficoltà che si incontrano nella vita educativa di oggi.

Sulla porta della Chiesa una mano anonima ha lasciato una commovente lettera di saluto per il Parroco dalla quale stralciamo: “Il dono più grande che ci hai lasciato è la tua fede. Quando tu parlavi e celebravi non era difficile capire che non recitavi ma estraevi dal cuore i tuoi pensieri… Sappiamo tutti che hai seminato a mani tese nel terreno dei giovani pur sapendo che una parte di questi semi non cadeva nella terra fertile, ma non ti sei mai perso di coraggio. Grazie Don Vittorio!”


La settimana successiva monsignor Pier Giorgio Debernardi ha presentato alla Parrocchia don Franco Pairona. A lui, su proposta dei Superiori della Congregazione, ha affidato l’incarico di parroco della comunità del Murialdo. All’inizio della solenne cerimonia, il cancelliere diocesano, canonico Giorgio Grietti, ha letto l’atto di insediamento del nuovo parroco che a sua volta ha rinnovato nelle mani del vescovo le promesse sacerdotali e gli impegni che assume di fronte a Dio ed a tutta la comunità con questo incarico pastorale. Il vescovo ha quindi invocato la benevolenza del Padre sul nuovo parroco che, a sua volta, ha benedetto i fedeli, incensato l’altare e consegnato ad un lettore il lezionario della parola affinché sia divulgata sempre ai fedeli in tutte le messe.

Il neo-parroco ha, con poche parole di ringraziamento, concluso, in termini quasi scherzosi «…mi pare di aver capito che il Vangelo di domenica scorsa come quello di oggi dice di lavorare nella vigna e quindi alla fine non ho scampo e mi toccherà, non so fino a quando, lavorare in questa che è la parrocchia del Murialdo. Mi piace, però, sottolineare una cosa: la parrocchia non è del parroco ma di tutti i parrocchiani, di tutti quelli che si sentono parrocchiani di questa comunità. Quindi non solo io sono chiamato a lavorare in questa vigna, ma siamo tutti chiamati a lavorare e quindi ringrazio fin da ora quelli che hanno lavorato nel passato. Da oggi tocca a noi lavorare…”


Per leggere l'intero articolo, pubblicato online sul sito Vita Diocesana Pinerolese, clicca qui.





[F. Pairona]




Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind