Piumini Moncler Outlet
Inserisci la tua email e scegli il gruppo di interesse.

Inserisci username e password nei campi sottostanti.
Username:
Password:

2° incontro del Coordinamento Provinciale di Pastorale Giuseppina






Alle ore 10,00 del giorno 23 febbraio 2010, presso la Casa Provinciale di Roma, si è riunito il coordinamento di Pastorale Giuseppina.

Sono presenti all’incontro, oltre ai membri del Consiglio provinciale, le persone cooptate dal Consiglio stesso: Anna Laggiard (Pinerolo), Barbara Gianesini (Montecchio), P. Fabio Cozza (Rivoli), Marco Di Sabato (Lucera), Francesco Toffolo (Treviso), Danilo Lima (Cefalù), Giusi Formichella (Rossano), P. Giuseppe d’Oria (San Giuseppe Vesuviano).






Guida la riunione P. Danilo Magni richiamando l’OdG inviato in precedenza che comprende i seguenti punti:


1) Elementi di verifica dai Coordinamenti Territoriali. Come impostare i prossimi Coordinamenti Territoriali, in programma a marzo? Quali contenuti prioritari? Quale odg? Quale metodo di lavoro? Quali argomenti per i settori?


2) Evento formativo di fine agosto: quale contenuto? Quale regia?


3) Circa le scuole educatori o i momenti formativi per settore


4) Aggiornamenti per il pellegrinaggio ad Auschwitz


5) Come impostare il lavoro sulla Carta dei Valori





 

1) Elementi di verifica dai Coordinamenti Territoriali. Come impostare i prossimi Coordinamenti Territoriali, in programma a marzo? Quali contenuti prioritari? Quale odg? Quale metodo di lavoro? Quali argomenti per i settori?


Dopo un primo momento di verifica sui coordinamenti territoriali, da tutti considerati, pur con qualche diversa sfaccettatura, positivamente, si è passati a riflettere sui contenuti prioritari così come sono anche emersi dai laboratori svolti nei coordinamenti. I contenuti proposti sono stati diversi ma abbastanza riconducibili uno all’altro. Si è andati dalla proposta di riflettere per chiarire il tema della corresponsabilità, all’esigenza di far ricadere le riflessioni dei coordinamenti nelle realtà locali, dalla “comunità murialdina” al potenziamento del CdO quale strumento di partecipazione di Congregazione; dall’esigenza di chiarire dove si vuole arrivare fissando degli obiettivi, alla evangelizzazione come pensiero culturale di guida.

Alla fine di un ampio e approfondito dibattito sembra che il tema dell’educare sia quello che può fare da guida, a partire dal nostro proprio (educazione cristiana dei giovani poveri). Ragionando su questo tema, bisogna impegnarsi per innalzare il livello culturale sul tema dell’educazione e sulla prassi educazione. Altro obiettivo: che l’educare sia sempre di più azione di comunità



2) Evento formativo di fine agosto: quale contenuto? Quale regia?


Il momento formativo di fine agosto va definito bene nel suo significato di essere un momento di formazione assieme religiosi/laici e quindi nella tipologia di laici che interverranno. I laici dovrebbero essere quanti hanno responsabilità riconosciute nell’opera. Va’ però ovviamente evitato ogni genericismo per cui forse è opportuno pensare ai laici dei CdO. La formazione deve essere mirata a percorsi che la Congregazione dovrà fare rispetto alla gestione delle Opere sulla base degli obiettivi precisi definiti. La formazione non può riguardare tutti. Il Provinciale studierà una proposta e una modalità adeguate.



3) Scuole educatori o momenti per settori


Per quanto attiene ai settori la Scuola ha certamente bisogno di un momento suo proprio per gli aspetti gestionali, che non deve però essere straccato dal senso e dalle finalità presenti e definiti nei coordinamenti territoriali. Questa esigenza è sentita anche dagli altri settori.

Scuola educatori: forse è opportuno mantenere la scuola educatori per i giovani che iniziano il percorso. Gli incaricati territoriali verificheranno le condizioni di realizzazione. Si faranno le verifiche a fine marzo.



4) Pellegrinaggio Auschwitz


Si è ribadito che la proposta non riguarda un settore, ma tutti i giovani oltre i 19 anni. Sono stati bloccati 70 posti. Date: partenza il 1 agosto (ritrovo a Thiene) per Vienna; ritorno 8 agosto.

Costi: € 330,00 + lo spostamento dalla propria sede. Le iscrizioni avverranno tramite l’opera.

Danilo e Tony organizzeranno la Segreteria.



5) Carta dei Valori

Abbiamo già due strumenti elaborati da Engim e dal settore Accoglienza. Il senso è che sia uno strumento di proprietà di tutti. Dovrebbe rispondere a tre domande: chi siamo, cosa facciamo, cosa proponiamo.

I membri del CNPG proveranno ad elaborare in proprio la Carta. Nei Coordinamenti territoriali se ne parlerà per giungere al testo definitivo condiviso.




[F. Cavaggioni]



Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind