Piumini Moncler Outlet
Inserisci la tua email e scegli il gruppo di interesse.

Inserisci username e password nei campi sottostanti.
Username:
Password:

COMUNICAZIONE 20/09/2011: "Bando Servizio Civile 2011"



E' uscito oggi, in contemporanea con le graduatorie ufficiali, il Bando nazionale di servizio civile per il 2011 per complessivi 20.123 volontari, dei quali 462 all'estero.

I progetti approvati precedentemente sono stati finanziati fino al punteggio 65 per l'Italia (lo scorso anno fu 66), mentre per l'estero è di 66.


I progetti presentati dalla Casa generalizia Pia Società Torinese di San Giuseppe – Giuseppini del Murialdo sono finanziati 3 progetti all’estero




  • Engim Argentina : Progetto. "Fare il bene e farlo bene" volontari 4

  • Engim Ecuador: Progetto. "Giovani insieme per le strade dell'Ecuador" volontari 8

  • Engim Sierra Leone : Progetto. Passo dopo passo" volontari 4


Per partecipare c'è tempo fino alle ore 14:00 del 21 ottobre prossimo.

In allegato troverete le domande da presentare per partecipare alla selezione dei volontari in servizio civile all’estero.

Si rammenta che il candidato potrà presentare una sola domanda per un solo progetto.


per visionare il Bando per intero :


www.serviziocivile.gov.it/Bandi/SchedaBando.aspx?IdBando=206255&SearchText=&Section=164





ATTENZIONE

Le domande dovranno pervenire entro la data stabilita dal bando al seguente indirizzo:


c.a. sig. Francesco Farnesi
ENGIM ONG
Via Belvedere Montello, 77
00166 Roma


E' necessario allegare i progetti.

Verrà in seguito comunicato data e luogo della selezione.


In allegato potrete prendere visione dei progetti.




Attenzione

Le modalità di selezione dei candidato, come indicato nella voce 26 (Criteri e modalità di selezione dei volontari), saranno le seguenti:

Criteri autonomi di selezione

Per lo svolgimento della selezione in oggetto la Casa Generalizia Pia Società Torinese di San Giuseppe ha predisposto un sistema per la selezione dei volontari per il Servizio Civile che si compone di due parti:

 1. esame del Curriculum Vitae (corrispondente all’analisi dell’allegato 3 che i candidati presentano con la domanda di ammissione);

 2. colloquio motivazionale attuato attraverso un incontro con il Candidato.


Il totale del punteggio ottenibile dalla selezione è di 120 punti, di cui 50/120 ottenibili dall’analisi del CV e 70/120 ottenibili dall’incontro con il candidato attraverso il colloquio motivazionale.

Alla selezione parteciperanno tutti i candidati che hanno presentato la domanda di ammissione al SCV correttamente compilata e nei tempi prestabiliti dal bando al quale si riferisce la candidatura.

Le variabili che si intendono misurare nell’analisi del CV dei candidati al Servizio Civile Volontario sono: le precedenti esperienze, i titoli di studio, i titoli professionali, le esperienze aggiuntive non valutate precedentemente e le altre conoscenze possedute.

Alle precedenti esperienze può essere assegnato un punteggio massimo di 30 punti, così ripartito:

   Ø precedenti esperienze nello stesso settore del progetto c/o l’ente che realizza il progetto: massimo 12 punti

   Ø precedenti esperienze nello stesso settore del progetto c/o enti diversi da quello che realizza il progetto: massimo 9 punti

   Ø precedenti esperienze in un settore diverso da quello del progetto c/o lo stesso ente che realizza il progetto: massimo 6 punti

   Ø precedenti esperienze in settori analoghi a quello del progetto c/o enti diversi da quello di realizzazione: massimo 3 punti


La restante parte delle variabili concorrerà alla determinazione del punteggio per massimo 20 punti così distribuiti.

Per la valutazione del titolo di studio saranno attribuiti:


   Ø laurea: attinente al progetto 8 punti, non attinente 7 punti

   Ø diploma: attinente al progetto 8 punti, non attinente 7 punti

Per la valutazione dei titoli professionali saranno attribuiti:


   Ø titoli professionali attinenti al progetto: 4 punti

   Ø titoli professionali non attinenti al progetto: 2 punti

Per le esperienze aggiuntive non valutate in precedenza, sarà attribuito un punteggio massimo di 4 punti.


Per le altre conoscenze (informatica, conoscenze delle lingue, ecc.) sarà attribuito un punteggio massimo di 4 punti.

Tutti i candidati che avranno presentato domanda di ammissione alla selezione dovranno sostenere (le date verranno debitamente pubblicizzate almeno dieci giorni prima del colloquio tramite affissione nei locali della sede di attuazione di progetto) un colloquio motivazionale.

L’incontro con il candidato prevede l’applicazione di un modello variabile, consistente nella realizzazione di un colloquio individuale al quale può essere sostituito il colloquio di selezione con una équipe (l’equipe è formata dall’OLP, dal responsabile delle attività della sede di attuazione di progetto, che nelle nostre sedi corrisponde al Direttore dell’Opera, quando è diverso dall’OLP, da uno o più formatori indicati nel progetto per la formazione specifica). La scelta di applicazione del solo colloquio individuale o con équipe è lasciata alla singola sede di progetto, in base alle capacità organizzative e gestionali che essa è in grado di esprimere: tale variabile non influisce sulla valutazione complessiva del candidato.

Il colloquio individuale come quello in équipe consentono di ripercorrere con il candidato le principali tappe del suo percorso personale (studi ed esperienze) attraverso la lettura dell curriculum vitae presentato e di focalizzare l’analisi sull’indagine di alcuni elementi la cui presenza è “condicio sine qua non” per la partecipazione al progetto specifico.

Per la realizzazione del colloquio individuale o del colloquio in équipe, lo strumento utilizzato dal selezionatore consiste in una “traccia di intervista SCV” ovvero un elenco di domande utili allo svolgimento del colloquio, raccolte ed ordinate in base ad elementi imprescindibili e/o al contesto di indagine e comunque sempre adattabili al progetto di impiego specifico per il quale si effettua la selezione.

Nell’attività di selezione relativa all’incontro con il candidato vengono valutate, in occasione del colloquio individuale, le seguenti variabili (verrà assegnato un punteggio massimo di 70 punti):

   Ø la conoscenza del Servizio Civile Nazionale (votazione min. 0 max 10);

   Ø la conoscenza del progetto (votazione min. 0 max 10)

   Ø la conoscenza pregressa dell’Ente (votazione min. 0 max 10);

   Ø la consapevolezza del candidato rispetto all’ambito di attività dell’Ente (votazione min. 0 max 10);

   Ø la qualità delle eventuali pregresse esperienze di volontariato e/o nella solidarietà internazionale (min. 0 max 10);

   Ø alcune caratteristiche personali del candidato, quali la capacità comunicativa e di relazione, tolleranza allo stress e, in parte, il problem solving e la capacità decisionale (votazione min. 0 max 10);

   Ø le motivazioni verso il SCV e verso il progetto di impiego specifico, e all’interno di queste la sua condivisione degli obiettivi dello stesso, la sua disponibilità nei confronti delle condizioni richieste per l’espletamento del servizio (missioni, formazione generale non in sede, flessibilità oraria,..), il suo interesse ad accrescere le proprie competenze attraverso l’esperienza di SCV (votazione min. 0 max 10).

Avere un punteggio sotto soglia in una di queste due voci rende il candidato automaticamente non idoneo al SCV nei progetti per l’estero di questo Ente.



3_Iniziative
Scheda progetto volontari SC in Argentina
Scheda progetto volontari SC in Ecuador
Scheda progetto volontari SC in Sierra Leone

Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind