Piumini Moncler Outlet
Inserisci la tua email e scegli il gruppo di interesse.

Inserisci username e password nei campi sottostanti.
Username:
Password:

COMUNICAZIONE 20/01/2012: I volontari di servizio civile "bloccati" da una sentenza



Il 19 gennaio il Tribunale di Milano ha pronunciato sentenza favorevole accogliendo il ricorso presentato da Syed Shahzad Tanwir, un giovane studente pakistano residente in Italia da 15 anni che si è visto rifiutare la sua richiesta di poter svolgere un’esperienza di servizio civile ai sensi della Legge 64/01. La legge in questione, infatti, richiede tra i requisiti obbligatori per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione l'essere cittadino italiano. La sentenza di Milano accogliendo il ricorso porta al blocco totale dell’avvio al servizio dei circa 18.000 volontari che avrebbero dovuto iniziare le loro attività a partire dal prossimo mese di febbraio ed obbliga il Servizio Civile a rivedere la legge e riformulare il Bando del 2011 per la selezione dei volontari, dovendo permettere anche agli stranieri regolarmente residenti in Italia, di presentare domanda di ammissione.

Pur essendo consapevoli della giustizia di una sentenza che obbliga l'Ufficio Nazionale a rivedere un criterio, di fatto discriminatorio, resta viva la consapevolezza che questa stessa sentenza rappresenta un ulteriore colpo gravissimo a quel poco che resta di questa opportunità di formazione ad una cittadinanza responsabile offerta ai nostri giovani.

Le ultime drastiche riduzioni dovute ai continui tagli alle risorse economiche stanziate per il Servizio Civile Volontario rischiano già di cancellare definitivamente questa bella opportunità che rappresenta un'occasione di formazione e di crescita non solo per chi partecipa come volontario, ma anche con chi in modo diverso entra in contatto con questi giovani.

I Giuseppini del Murialdo dopo due anni nei quali non si erano visti finanziare, per mancanza di fondi, progetti approvati, in questo Bando, in partenariato con l'ENGIM, hanno potuto selezionare ben 16 volontari provenienti da diversi posti d'Italia per 3 progetti che si sarebbero dovuti attivare il 1 febbraio 2012 in Argentina, Ecuador e Sierra Leone. Non si nasconde che il danno causato dal congelamento delle partenze è notevole. Si era già organizzato, infatti, un corso di formazione obbligatoria nel quale i ragazzi in partenza avrebbero trascorso prima a Roma e poi a Viterbo un periodo di formazione. Tanto è stato l'entusiasmo di ragazzi che si sono detti pronti a lasciare le proprie case per trascorre un anno della propria vita in un Paese straniero a servizio degli altri, altrettanta è stata la delusione di sapere che quella partenza è stata cancellata quando la valigia era già pronta di tutto...anche di speranze e sogni.

L'Ufficio Nazionale del Servizio Civile non ha preso, fino ad ora, nessuna posizione, attenendosi esclusivamente alla sentenza del Tribunale di Milano rendendo il clima ulteriormente incerto. Non si può che attendere, quindi, una dichiarazione ufficiale che metta un punto a questa questione e che permetta agli Enti ed ai volontari di sapere cosa fare.



[N. Boccia]

Clicca qui per saperne di piu

Sito della Repubblica

Sito Volontari dello sviluppo

Sito Volontariatoggi






Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind